Borsa Diamanti d'Italia




Relazione del Presidente all'Assemblea Ordinaria del 06/04/2009


Cari Soci,
quello che si è appena concluso si è rivelato un anno terribile per qualunque forma di investimento. I principali investitori globali, i grandi fondi che avevano dominato i mercati finanziari negli ultimi dieci anni, utilizzando capitale preso a prestito a tassi molto favorevoli, hanno registrato perdite enormi, blocco dei rimborsi e in alcuni casi fallimento.
Gli Stati Uniti, patria di ogni eccesso finanziario, sono entrati in una crisi reale senza precedenti non solo per la crisi dei mutui sub-prime, ma anche per il folle errore di aver consentito il dissesto di un'istituzione centenaria e di sangue blu come la Lehman Brothers. In Europa, le economie di Inghilterra, Irlanda, Spagna ed altri Paesi hanno vissuto anni d'oro, ma ora si trovano a confrontarsi con valori immobiliari in caduta libera e con l'aumento costante della disoccupazione. Le politiche economiche intraprese sembrano andare nella giusta direzione, ma la situazione è destinata a peggiorare ancora per qualche mese prima di vedere un'inversione di tendenza, che sarà repentina e inaspettata, ma che certamente arriverà.

In questo contesto di eccezionale incertezza e volatilità (valute - petrolio - materie prime) sono necessarie alta professionalità e competenza in ogni settore, incluso il nostro, per gestire in modo adeguato una situazione non facile. Tutto questo è franato sul nostro settore, quello del lusso per eccellenza, e in questo inizio del 2009 la crisi, dopo le vendite natalizie che nel complesso non sono andate male, si sta facendo sentire pesantemente. Molte grandi ditte, costrette dalle banche a rientrare nel credito, sono in affanno e purtroppo si trovano costrette a vendere, anzi a svendere, merce sottocosto al fine di evitare la bancarotta. E' chiaro che queste situazioni hanno fortemente destabilizzato il mercato, e anche chi economicamente non ha problemi di esposizione bancaria, deve ridurre i margini di utile per potere fronteggiare la concorrenza.

Penso che tutto questo, quando sarà finito, porterà ad una naturale selezione nel settore, eliminando le mele marce che purtroppo erano proliferate negli anni d'oro del nostro commercio. I Soci delle Borse Diamanti saranno attentamente esaminati dagli organi direttivi, e sono pronte sanzioni quali radiazioni e sospensioni, che saranno applicate rapidamente al fine di mantenere la credibilità assoluta della Federazione Mondiale delle Borse, unico organismo di garanzia del commercio sano e solido delle pietre preziose. E' questo il momento di essere tutti uniti e di fare valere il nostro marchio come garanzia assoluta di trasparenza e correttezza commerciali.

Il Consiglio Direttivo uscente ha mantenuto sempre una politica saggia e sempre attenta alle esigenze della nostra associazione. Devo ringraziare tutti i colleghi, la segretaria Miriam, coadiuvata dal Socio Giampaolo Herrmann, i Consiglieri Amram Zwi, Mussa Khafi ed il Presidente Onorario Renato Piva che mi hanno sostituito nei congressi internazionali quando, per impegni di lavoro, non ho potuto essere presente. Li ringrazio per il lavoro svolto nell'interesse assoluto della nostra Borsa e dei nostri Soci.

Il nostro sito internet durante il 2008 ha rinnovato la sua veste grafica, è stato arricchito di nuove informazioni che lo hanno reso molto visitato anche dall'estero. Questo sia perchè è veramente ben concepito e molto ricco di notizie interessanti, sia perchè è facilmente accessibile, e compare sempre nelle prime pagine quando si effettua una ricerca web nel settore diamanti. La novità principale, però, è che da pochi giorni è attivo il nuovo sito mobile della Borsa, approntato e pubblicato proprio in occasione di questa Assemblea. Nessun'altra Borsa Diamanti ne possiede uno. Tutto questo accresce l'importanza della Borsa Diamanti quale primaria associazione del settore.

Colgo l'occasione per ricordare ai nostri Soci, che la World Federation of Diamond Bourses ha concluso un accordo con la Idex Online, società che, attraverso il suo sito web, opera nel settore con la pubblicazione del listino prezzi continuamente aggiornato in tempo reale. Nel sito è presente una sezione dedicata alla compra-vendita, con un database in cui sono inseriti 300.000 brillanti, per un valore di circa tre miliardi di dollari. La Idex Online garantisce il buon fine dell'operazione ed il costo è di soli $25 dollari per ogni transazione. La WFDB procederà ad una joint venture con Idex Online per un importo di 10 milioni di dollari, e la società si chiamerà "NewCo".
La costituenda società provvederà a creare, naturalmente a pagamento (circa $850 annuali), uno spazio nel suo sito web dove, chi ne farà domanda, avrà la possibilità di inserire il suo stock di diamanti, che sarà accessibile solo ai clienti a cui avrà fornito la password personale. E' prevista inoltre la creazione di un listino prezzi destinato al pubblico e la creazione di laboratori gemmologici con il marchio WFDB.

Il Bilancio della nostra Associazione, dopo l'immissione dei finanziamenti dei Consiglieri e con una gestione oculata degli ultimi anni, è in attivo e sono stati accumulati avanzi di gestione che saranno tenuti in un "tesoretto" al fine di poter affrontare i prossimi anni serenamente e superare qualsiasi spesa futura.

Gli anni passano velocemente ed ora siamo qui ad eleggere un nuovo Consiglio Direttivo, che mi auguro possa continuare nella direzione presa dal Consiglio uscente e possa migliorare, con l'aggiunta di nuovi giovani Consiglieri, i risultati fin qui ottenuti.
Ringrazio tutti i Soci per il sostegno e le manifestazioni di stima che mi hanno accordato durante la presidenza della Borsa.


Il Presidente      
Dott. Ernesto Colombi