Borsa Diamanti d'Italia - -

Associazione fra commercianti, mediatori in diamanti e in pietre preziose, orafi ed affini.

Via Giuseppe Mazzini, 10 - 20123 Milano MI
  • Telefono
    (+39) 02 86461341
  • E-mail
    segreteria@borsadiamantiditalia.it

Relazione del 35º Congresso Mondiale

Relazione del 35º Congresso Mondiale

20 Novembre 2012

Il 15 ottobre ha avuto inizio a Mumbai il 35º Congresso Mondiale del Diamante, la riunione biennale delle assemblee generali della W.F.D.B. (Federazione Mondiale delle Borse Diamanti) e dell`I.D.M.A. (l`Associazione Internazionale dei fabbricanti del Diamante).

Il Congresso, tenutosi al Taj Land`s End Hotel, è stato ospitato dalla Bharat Diamond Bourse (B.D.B.) e dal Gem & Jewellery Export Promotion Council (G.J.E.C.) di Munbai. L`evento ha visto la partecipazione di venticinque Borse Diamanti provenienti da tutto il mondo, tra le quali la nostra, rappresentata dal presidente Moussa Sians e dal vicepresidente Luigi Cosma.

Il Congresso si è aperto con la cerimonia inaugurale dell`accensione della tradizionale lampada da parte dell`ospite d`onore Shri Prithvirat Chavan, Capo del Ministero per lo stato di Maharashtra, cui ha fatto seguito la prima sessione unita dell`IDMA e della WFDB.

Durante la prima sessione di lavoro Eli Izhakoff, presidente del World Diamond Council, ha concentrato il suo discorso sul bisogno di cambiamento. Izhakoff ha sostenuto la necessità di allargare la definizione di "conflict diamond", ma ha anche evidenziato che qualunque essa sia, deve rispondere alla capacità dei partecipanti di applicare il Kimberly Process in modo efficace ed essere direttamente associata al commercio dei diamanti grezzi. Finendo ha citato Mahatma Gandhi dicendo che non esiste un "commercio senza moralità". Riprendendo il tema dei conflict diamonds, è intervenuta l`ambasciatrice degli Stati Uniti Gillian Milovanovic, presidente del Kimberly Process, la quale ha affermato il bisogno di una nuova definizione del termine "conflict diamond" che indichi questioni manifeste di conflitto in cui il commercio del diamante sia direttamente coinvolto.

L`ambasciatrice ha affermato che "ci dovrebbe essere una definizione che si applica in modo chiaro e prestabilito a tutti i partecipanti, in grado di garantire che la certificazione KP corrisponda alle attese in continua evoluzione dei consumatori". Un altro momento importante del Congresso è stato rappresentato dal discorso di Moti Ganz, presidente uscente dell`IDMA. Ganz ha messo sull`avviso tutti i produttori di diamanti grezzi invitandoli a creare le condizioni per cui i fabbricanti riescano ad avere la disponibilità continua di materiale da poter offrire ai propri clienti forniture costanti di tagliato. Ha puntualizzato che se i dettaglianti non dovessero essere garantiti di una costante e competitiva offerta del tagliato potrebbero considerare altre pietre alternative, tra cui i diamanti sintetici, che garantiscono loro migliori margini di profitto.

Al forum ha preso parte Varda Shine, CEO della De Beers Diamond Trading Company, che ha offerto una panoramica su alcune questioni che la DTC sta affrontando. Tra queste ha evidenziato che con i nuovi mercati emergenti dell`India e della Cina sia la DTC che altri produttori di diamanti hanno il bisogno di adattare le loro prospettive di produzione guardando con molta attenzione alle esigenze di questi mercati. Riprendendo il discorso sui diamanti sintetici, la Shine ha affermato che non possono rappresentare una minaccia per quelli naturali ma bensì ha enfatizzato che l`identificazione e la corretta dichiarazione di diamanti sintetici sono state un punto essenziale affinchè tali prodotti siano accettati come tali fra le pietre in vendita sul mercato.

Oltre gli ospiti già menzionati del Congresso è da segnalare la presenza del Ministro delle Miniere del Sud Africa, Suzan Shabangu , di Donna Baker presidente del Gemological Institute of America e del nostro connazionale Gaetano Cavalieri presidente della CBJO. Il Congresso ha eletto Ernie Bloom per i prossimi due anni come nuovo presidente della WFDB, mentre il presidente uscente Avi Paz è stato nominato presidente onorario della WFDB. Per l`IDMA è stato eletto come nuovo presidente il russo Maxim Shkadov. In conclusione è stata scelta Istanbul come meeting dei presidenti per il 2013 e Anversa come sede del 36º Congresso Mondiale del Diamante.

Torna alle news

Borsa Diamanti d'Italia
Vantaggi per gli associati

La Borsa Diamanti d’Italia offre ai propri soci:



La possibilità di utilizzare i locali della Borsa Diamanti d’Italia.

Incontri e seminari periodici con i gemmologi dell’IGI Milano per aggiornamenti tematici.

Attrezzature per analisi delle pietre: Sherlock Holmes Diamond Detector per identificare i diamanti sintetici, rifrattometro, polariscopio, dicroscopio, lampada U.V.A., microscopio in campo oscuro, bilance per carati e grammi, D-screen per determinare se un diamante è di tipo IIa, setacci e calibri.

Convenzione con l’Istituto Gemmologico Italiano, IGI Milano, per analisi con sconti riservati ai soci BDI e tempistiche analisi privilegiate.

Convenzione voli con Brussels Airlines e altre compagnie aeree loro associate, Space Hotels con tariffe agevolate in oltre 60 alberghi in Italia.

Invio settimanale di notiziari e aggiornamenti settimanali sulla variazione dei prezzi.

La possibilità di esporre nella bacheca della sede eventuali offerte e richieste.

Convenzioni di servizi assicurativi per i soci e e convenzioni con corrieri portavalori.

Quotazioni

Mercato

Cambio ufficiale dell'euro;
notizie economiche dal mercato dei diamanti;
storico delle variazioni dei prezzi del diamante;
quotazione dei metalli pregiati alle Borse di Londra e di New York.

Scopri di più